Libia: miliziani Isis arrestano membri della tribu’ legata a Gheddafi

 

isis Miliziani dell’Isis hanno avviato una serie di rastrellamenti nella zona di Wadi Jaraf, roccaforte del clan dei Gheddafi a Sirte. Secondo fonti locali citate dal sito web d’informazione libico al Wasat, le perquisizioni hanno interessato diverse abitazioni della zona di Wadi al Zirai e hanno portato all’arresto di diverse persone, in particolare di giovani e di anziani della tribu’ legata al defunto colonnello Muhammar Gheddafi. I prigionieri sono stati trasferiti nel carcere del gruppo jihadista, anche se non se ne conoscono i motivi.

Nelle ultime 72 ore sono piu’ di 25 le persone arrestate a Sirte, in buona parte membri dei clan al Farjani e Gheddafi. Il sedicente “califfato” controlla in particolare la citta’ di Sirte, dove ha creato una sorta di “emirato” seguendo l’esempio di al Raqqa in Siria e Mosul in Iraq. Il gruppo islamista e’ presente anche con diverse cellule nell’area di Sabrata, a pochi chilometri da Tripoli, e di Derna, lungo la costa orientale del paese. I terroristi possono contare su “alleati” africani come il gruppo Boko Haram, la cui presenza in Libia e’ stata certificata da diverse fonti. Il gruppo fa spesso ricorso al rapimento forzato di migranti di religione musulmana, che vengono costretti ad arruolarsi tra le file del “califfato”. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -