Bergoglio: ho portato in Italia i musulmani perché i cristiani non avevano documenti

 

papa-lesbo

Papa Francesco ha portato a Roma dall’isola greca di Lesbo 12 rifugiati siriani di religione musulmana. “Non ho fatto una scelta tra cristiani e musulmani, queste tre famiglie avevano le carte in regola e si poteva fare. C’erano due famiglie cristiane che non avevano i documenti in regola…”, ha spiegato il Papa ai giornalisti sul volo. “Non è un privilegio, tutti sono figli di Dio”, ha proseguito Bergoglio a quanto riferito, tra gli altri, da Vatican Insider.

“Sull’integrazione lei ha detto un parola che nella nostra cultura attuale sembra essere stata dimenticata dopo la guerra: oggi esistono i ghetti! E alcuni dei terroristi che hanno compiuto attentati sono figli e nipoti di persone nate nel Paese, in Europa. Che cosa è successo? Non c’è stata una politica di integrazione, e questo per me è fondamentale, a tal punto che sei lei vede nell’esortazione post-sinodale sulla famiglia c’è una parte sull’integrazione per le famiglie in difficoltà. L’Europa deve riprendere questa capacità di integrare, sono arrivati tante persone nomadi e hanno arricchito la sua cultura. C’è bisogno di integrazione”.

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

2 thoughts on “Bergoglio: ho portato in Italia i musulmani perché i cristiani non avevano documenti

  1. A papa Francesco vorrei ricordare che non noi dobbiamo integrarci, ma chi viene, chi chiede ospitalità

Comments are closed.