Renzi: Donne e uomini del Pd sono persone per bene, quereliamo Grillo

 

renzi grillo

“I militanti del Pd non meritano gli insulti di un pregiudicato”. Matteo Renzi spiega il motivo per cui il suo partito ha deciso di dire basta agli attacchi di Grillo. “Ho detto che noi del Governo non raccogliamo le loro polemiche. Ma il Pd invece ha il dovere di reagire – spiega nella enews il segretario dem – Io credo nella polemica politica e penso che sia giusto che ognuno dica la sua, in piena libertà. Ma esiste un limite e quel limite lo traccia il codice penale“. “Per questo il Pd ha deciso di querelare in sede civile e penale Beppe Grillo che pure alle condanne penali – a differenza nostra – è abituato. Perché lo ha fatto? Perché Grillo non si è limitato alle polemiche, anche dure. Ha detto che su questa vicenda il ‘Pd è colluso e complice. Tutti con le mani sporche di petrolio e di soldi’. Sono parole pesanti come pietre: colluso, complice, mani sporche di denaro”, osserva Renzi.

“Ora – prosegue Renzi – io conosco la comunità delle donne e degli uomini del Pd. Sono persone per bene, volontari con passione politica, gente che tiene i circoli aperti, organizza i tavolini nelle piazze, fa i tortellini alla Festa dell’Unità. Accusare questa grande comunità di fare errori o di aver scelto come leader uno non capace significa fare una polemica politica discutibile quanto si vuole, ma politica. Accusarla di essere complice e collusa, con le mani sporche di denaro e petrolio significa insultare donne e uomini che non lo meritano.

Andremo in tribunale e chiederemo a Beppe Grillo i danni”, annuncia il segretario dem. “Ho già detto – aggiunge – al tesoriere del partito che non si faccia venire strane idee perché nessun centesimo andrà al partito nazionale: tutto il risarcimento danni sarà dedicato ai circoli del PD. Alle feste dell’Unità. All’attività dei volontari e dei militanti. Noi possiamo sbagliare, come tutti. Possiamo scegliere strategie più o meno efficaci. Possiamo essere antipatici o arroganti. Ma noi siamo persone oneste. E chi mette in discussione la nostra onestà ne risponde nelle sedi opportune“. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

3 Commenti per “Renzi: Donne e uomini del Pd sono persone per bene, quereliamo Grillo”

  1. Renzi ha detto che “quelli” del PD sono persone perbene: è da denunciare per diffusione di notizie false.

  2. Lo sanno tutti che alle feste de l’unità, lavora gratis la gente onesta, sfruttata impunemente dai vertici del partito. Per i comunisti, il popolo, non ha mai contato nulla. I capi partito, sono come gli azzeccagarbugli che prendono in giro la gente, parlano in un modo ma agiscono in un altro.

  3. Ernesto Alberti

    Se sono così onesti perché tra di loro ci sono 540 indagati? Perché tutti i santi giorni gliene arrestano qualcuno? E perché se sono onesti e mantengono i circoli, non pagano da anni gli affitti delle sedi dei circoli? Perché sono coinvolti e arrestati in mafia capitale? Perché ogni giorno c’è una accusa di conflitto d’interesse? Perché, se sono così onesti, non hanno tolto i vitalizi ai condannati?. Perché allora non fanno una legge anti corruzione? Perché fanno le cene coi Casamonica? Perché non pubblicano gli scontrini delle spese del comune di Firenze? perché ci sono sindaci pd che amministrano da casa perché condannati ai domiciliari? Si potrebbe continuare all’infinito tanto sono onesti.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -