Gli aiuti umanitari nella spazzatura

 

Pasta, sugo, biscotti, legumi in scatola, marmellata e frutta. Ma gli ‘aiuti umanitari’ dell’Unione Europea, tra i quali si nota chiaramente anche qualche articolo ‘di marca’, finiscono nella spazzatura. Dove? Nel primo cestino disponibile a contenere una grossa borsa piena di cibo.

aiuti-umanitari

È la cronaca di ciò che è avvenuto stamattina a Cremona, alle 5:30. Altro che il detto ‘si prende ciò che passa in convento’. La scena di stamattina è stata immortalata da un cittadino, che ha pubblicato alcune foto su Facebook, aggiungendo:

“Ore 05.30. Si ferma una macchina vicino al cestino di viale Concordia, dalla quale scende un ragazzo di colore e di corsa abbandona una borsa nel cestino. Questo è quello che c’era dentro, queste sono anche le mie tasse”.

Il parallelo? Ogni mercoledì e sabato mattina, sempre a Cremona. Dopo il mercato cittadino, che bazzica tra vie e piazze, alcuni anziani rovistano nei cassonetti per portare a casa qualche scarto cestinato dai cittadini più ‘raffinati’. Residui di insalata, di frutta e di verdura, di pesce e carne. E questa scena non è frutto di fantasia, è la realtà. Non pubblico la foto di queste persone, che ho visto personalmente, perché il rispetto e la dignità devono avere la meglio su tutto. Buttare nel primo cestino libero gli aiuti umanitari invece non è civile, non è dignitoso e nemmeno simbolo di rispetto. Non è nulla, se non un gesto che dovrebbe farci riflettere.

Enrico Galletti – il Giornale



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -