Boldrini: dai migranti contributo economico, demografico e culturale

boldrini

Roma – “Mai come quest’anno la Giornata internazionale del Migrante assume un significato particolare in Italia e in Europa. La mobilità forzata di milioni di persone – provocata da guerre e persecuzioni – e l’umanissima scelta di cambiare Paese in cerca di un futuro migliore per sé e per i propri familiari sono diventati tema dominante del dibattito pubblico, anche in conseguenza delle speculazioni imbastite dai professionisti della paura. E’ una discussione di grande importanza per il presente e il futuro delle nostre societa’, che merita di essere ancorata ad elementi razionali e non soltanto agli allarmi interessati”.

Uno dei principi cardine del globalismo elitario è: fine dei confini e delle nazioni

I clandestini che sbarcano dall’Africa sono parte di un piano di invasione

Lo ha affermato Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati nel suo intervento al convegno “Immigrazione: un’opportunità economica”, spiegando che il contributo dei migranti non è solo economico.

“Chi oggi vorrebbe costruire muri – ha aggiunto Boldrini – oltre a violare principi e valori iscritti nel diritto internazionale, nei Trattati europei e nelle Costituzioni nazionali, agisce anche contro gli interessi demografici ed economici del proprio Paese. Dimentica infatti che, senza i rifugiati ed i migranti, tra qualche decennio i Paesi europei saranno abitati da anziani per i quali nessuno potra’ garantire una pensione; e che il contributo dei migranti al Pil italiano nel 2013 è stato dell’8,8%, con un saldo positivo tra quanto versato dai migranti alle casse dello Stato e quanto speso per l’immigrazione di oltre 3 miliardi di euro”.

“Ma il contributo dei migranti non è solo di tipo economico – sottolinea Boldrini – Implica contatti e scambi di culture, di tradizioni, di gusti, di musiche: quell’insieme di relazioni che fa più ricca la vita degli individui e di una societa’”. (AGI)

Scambio di culture   Orrore nel Casertano: due algerini danno fuoco a una donna


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

Fai una donazione con PayPal
 





   

 

 

1 Commento per “Boldrini: dai migranti contributo economico, demografico e culturale”

  1. Sarebbe OK se avessimo posti di lavoro non occupati per mancanza di nostro personale. Se invece i pochi posti di lavoro sono assegnati ai migranti e i nostri rimangono disoccupati tutto quanto detto nell’articolo non regge.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -