Senegalese ubriaco si masturba in un negozio e poi aggredisce i Cc

Venezia – Si masturba nel negozio, arrestato a San Donà

carabinieriCompletamente ubriaco, dà spettacolo prima all’interno di un negozio e poi in un bar. Alla fine è finito in arresto M.N., 39enne nato a Diourbel (Senegal) e residente a Musile di Piave, responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, ubriachezza e atti osceni e fermato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di San Donà con la collaborazione dei colleghi della stazione di Noventa di Piave.

La vicenda ha inizio verso le 18.30 di giovedì, quando alla centrale operativa giunge la richiesta di aiuto da parte di una commessa che segnala, dentro il suo negozio, la presenza di un uomo ubriaco che mostra le sue parti intime e si masturba. Circa un’ora più tardi un’altra richiesta di intervento per lo stesso personaggio arriva dal bar “Carpe Diem” di via Trentin, sempre a San Donà. In entrambi i casi il maniaco si allontana prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, ma le ricerche alla fine danno esito.

L’uomo viene trovato non distante dal bar e quindi accompagnato in caserma per gli accertamenti di rito e per l’identificazione (essendo sprovvisto di documenti). Ma lo “spettacolo” non è ancora finito: una volta all’interno dello stabile di via Carbonera, sempre in evidente stato di alterazione psicofisica, si rifiuta di collaborare e attacca i militari, dapprima a male parole e poi arrivando all’aggressione fisica. Gli operanti quindi sono costretti a immobilizzarlo, anche in considerazione del fatto che a suo carico figurano diversi precedenti penali dello stesso tipo. Trattenuto in camera di sicurezza, la mattina successiva si presenta davanti al giudice, che convalida l’arresto e condanna il 39enne a 7 mesi con pena sospesa.

veneziatoday.it



   

 

 

3 Commenti per “Senegalese ubriaco si masturba in un negozio e poi aggredisce i Cc”

  1. E va bè che ha fatto di male sto poverino! si perchè il giudice lo condanna a 7 mesi con pena sospesa e che ca22o lo condannano solo per lavarsi le mani, vergogna vergogna.

  2. Eravamo scarsi dei nostri.! ,,, non si possiamo cacciare.! ,
    Questo; ammesso che abbia una parvenza di risiedere in Italia ; A spaccar le pietre; o te ne vai . A te la scelta – Andato via e ritorni , i giiorni raddoppiati a spaccar le pietre , a dormire nelle baracche come a Strasburgo , Il mangiare ; una scatoletta ed un pezzo di pane.! da bere; acqua.!

  3. le nostre forze dell’ordine quotidianamente al servizio di stranieri per reati vari
    dopo che gli diamo tutto a nostre spese…….. MA QUANTO CI COSTA.
    RICACCIATELI TUTTI

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -