“Vogliamo i soldi”, operatrici picchiate dagli immigrati con mazze di ferro

Tre immigrati, provenienti dal Gambia, hanno aggredito due educatrici della comunità di Noicattaro (Bari).

Prima il diverbio, poi le botte alle due donne con bastoni di ferro e, infine, la minaccia di distruggere la struttura.

I tre aggressori, tutti 18enni, sono ora accusati di tentata estorsione, danneggiamento aggravato e lesioni personali.

Un dipendente della struttura ha prontamente chiamato il 112 segnalando l’azione violenta dei tre uomini. I militari, giunti sul posto, hanno accertato che i tre immigrati avevano, nel corso del pomeriggio, richiesto più volte di consegnare loro il denaro per acquistare i biglietti del treno per raggiungere Milano.

Le educatrici, però, si sono rifiutate in quanto la richiesta era illegittima. Ed è stato proprio a questo punto che i tre africani, armati di due spranghe, hanno prima aggredito le donne e poi danneggiato la porta di un ufficio con calci e pugni.

I tre sono stati infine arrestati e le mazze sequestrate. IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -