Nomade manda 3 agenti all’ospedale: due donne prese a calci e pugni

 

Torino – Scaraventa un agente della polizia municipale a terra e prende a calci le altre due. E’ successo ieri, attorno alle 14, in lungo Stura Lazio, nell’area dove si trovano ancora alcune baracche del campo nomadi in corso di smantellamento.

Mentre gli agenti, due donne e un uomo, erano impegnati nelle operazioni di allontanamento degli occupanti dell’area e parlavano con una donna che indebitamente occupava una baracca già sequestrata, il figlio di questa si è avventato sui vigili in maniera aggressiva e violenta.

Ha aggredito l’uomo buttandolo a terra e poi si è avventato sulle due donne colpendole con calci e pugni. Gli agenti sono riusciti comunque a dare l’allarme e immediatamente sono sopraggiunte sul posto altre pattuglie in appoggio.

Mentre le tre vittime sono state accompagnate al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco, il venticinquenne nomade – di etnia romena – è stato portato presso il comando di via Bologna. Dopo diverse ore è stato arrestato e verrà portato alla Casa Circondariale Lorusso e Cutugno. Gli agenti malmenati hanno una prognosi di 7, 7 e 10 giorni

www.torinotoday.it



   

 

 

1 Commento per “Nomade manda 3 agenti all’ospedale: due donne prese a calci e pugni”

  1. IO SONO AMAREGGIATO.NON PER LA POLIZIA MUNICIPALE . NON PER IL MANIGOLDO , MA CHI CI HA RIDOTTO A QUESTO PUNTO. !

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -