Egitto: università al Azhar espelle 300 studenti stranieri, sospetti rapporti con Isis

 

L’universita’ egiziana di al Azhar, considerata la piu’ prestigiosa del mondo islamico, ha deciso di espellere 300 suoi studenti per sospetti rapporti con lo Stato islamico. Secondo quanto riporta il giornale “al Sharq al Awsat”, gli studenti sono per lo piu’ stranieri nei confronti dei quali ci sono rapporti degli organi di sicurezza dove si evidenziano sospetti legami con il gruppo terroristico.

Le espulsioni sono iniziate dopo la vicenda di due studenti del Tagikistan fermati dalle autorita’ di sicurezza perche’ sospettati di reclutare giovani per i gruppi jihadisti. Report della sicurezza puntano il dito anche nei confronti dei numerosi studenti dei Fratelli musulmani presenti in al Azhar accusati di reclutare giovani da inviare in Turchia dove trovano la possibilita’ di unirsi allo Stato islamico e andare in Siria.

Nell’ambito della lotta al terrorismo, inoltre, nel nord del Sinai e’ in corso l’operazione militare “Diritto dei martiri” per sradicare completamente il fenomeno nella regione.
Iniziata lo scorso 7 settembre l’operazione vede l’impiego congiunto di forze armate e polizia che stanno proseguendo nei loro rastrellamenti palmo a palmo nelle aree piu’ calde del nord del Sinai alla ricerca dei covi dei terroristi. Le zone interessate dalle azioni sono quelle di al Arish, Sheikh Zuid e Rafah. Secondo quanto riferito dai media egiziani, i militari avanzano casa per casa con la copertura aerea degli elicotteri Apache ed hanno arrestato 41 persone e distrutto 3 auto e 32 moto usate dai terroristi per compiere i loro agguati. Sono stati inoltre distrutti 80 covi e disinnescati 18 ordigni esplosivi piantati nel terreno. agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -