L’invasione degli islamici avviene nel disinteresse dell’Europa e degli Usa

Il Papa e il presidente Mattarella dicono che c’è una Terza guerra mondiale. No, sbagliano, non c’è nessuna Terza guerra mondiale.

di Francesco Alberoni

IMMIGRATI: preghiera islamica al Cara di Mineo

IMMIGRATI: preghiera islamica al Cara di Mineo

 

Quello che è in atto è l’invasione dell’Europa da parte di popolazioni asiatiche ed africane. Un’Europa che non si difende e non le respinge, anzi le accoglie e le aiuta. I problemi nasceranno e diventeranno più gravi domani, quando queste popolazioni saranno aumentate enormemente e avranno dato luogo a nuove configurazioni e a nuovi conflitti etnici, religiosi e politici. Ma per ora né i governanti né gli intellettuali né i giornalisti europei se ne preoccupano.

No, non c’è una Terza guerra mondiale. C’è una invasione dell’Europa che avviene perché non c’è più il mondo libero e non c’è più una guida del mondo libero. Gli europei credevano sinceramente nel mondo libero e hanno lasciato volentieri agli Usa il compito di guidarlo e di difenderlo. Ma dopo la fine dell’Urss gli americani anziché creare una grande alleanza che comprendesse Europa e Russia, hanno rotto con il Cremlino e si sono appoggiati ai Paesi islamici.

Tutto è cominciato quando hanno armato i mujaheddin afghani contro i russi, poi hanno combattuto i regimi filorussi di Hussein, di Gheddafi e di Assad lasciando il campo libero alla Turchia, all’Arabia Saudita e al Califfato tanto in Medio Oriente come nel Nordafrica. Ed ora consentono che una organizzazione potentissima recluti e trasporti milioni di asiatici e di africani musulmani per portarli in Europa.

Il mondo libero non ha più una guida. Non costituiscono più una guida gli Usa che hanno tradito l’Europa, si sono posti in competizione con la Russia e pensano solo a fare affari con gli islamici.

Non lo sono i leader europei compreso Renzi, che sembrano storditi, instupiditi, incapaci perfino di capire cosa succede.

Non lo è la Germania, preoccupata solo di recuperare i crediti greci e di impadronirsi dei suoi porti e delle sue isole.

Non lo è più nemmeno la Chiesa che ha un Papa anticapitalista e terzomondista favorevole all’invasione afro-islamica dell’Europa.

IL GIORNALE

Nel 2005 Bergoglio attaccava Benedetto XVI per le dichiarazioni sull’islam

In questa marea di presunti profughi che invade con prepotenza l’Europa, perfino i bambini gridano “Allah akbar”

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

urss Uno dei principi cardine del globalismo elitario è: fine dei confini e delle nazioni
Aprire i confini, lasciare che i territori nazionali siano inondati da migranti. “sostituire le popolazioni”, flussi di gente che non ha la minima intenzione di accettare costumi e stili di vita in voga nelle loro nuove case.

separator

papa-francesco-e-benedetto-xvi

Nel 2005 Bergoglio attaccava Benedetto XVI per le dichiarazioni sull’islam
Nel 2005, quando Papa Benedetto XVI, citando un testo medievale,  ha dichiarato che il profeta Maometto, fondatore della fede islamica, è stato “cattivo e disumano”, ha fatto infuriare la popolazione musulmana.
..

mogheriniLe pericolose frequentazioni di Federica Mogherini
«E poi quando mi dicono che la Mogherini è inesperta gli dico di chiedere cosa ne pensa Kerry». Quando il presidente del consiglio Matteo Renzi rispose in questo modo durante una conferenza stampa in tanti pernsarono a una richiesta di referenze rivolta al segretario di Stato Usa. In realtà c’era di più

crolloRipresa Usa? Bugie: le statistiche sono truccate. Gli Usa sono in recessione costante
Ci raccontano che l’America di Obama ha superato la crisi del 2008 crescendo del 4,6% all’anno? Falso: ricalcolando i dati senza i filtri convenzionali delle statistiche, dice Giuseppe Masala, scopriamo che anche gli Usa sono in recessione costante

separator

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -