Studiosi e politici musulmani chiedono di fermare il riscaldamento globale

Un gruppo di oltre sessanta studiosi, leader politici e religiosi del mondo islamico ha lanciato la ‘Dichiarazione sul cambiamento climatico’ con cui, in vista della conferenza Onu sul clima in programma a dicembre a Parigi, si chiede ai governi mondiali di negoziare e firmare un accordo ambizioso che consenta di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi centigradi sopra i livelli preindustriali, o che almeno rispetti la soglia dei 2 gradi considerata dai climatologi il punto di non ritorno.

La dichiarazione, sottoscritta all’International Islamic Climate Change Symposium in corso a Istanbul, segue l’enciclica “Laudato Si'” di Papa Francesco e la proclamazione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, che sarà celebrata il prossimo primo settembre su proposta della chiesa ortodossa.

I leader di una ventina di Paesi islamici chiedono la rapida eliminazione dei combustibili fossili e la transizione alle rinnovabili per raggiungere il 100% di energie pulite, in modo da contrastare il cambiamento climatico, ridurre la povertà e intraprendere uno sviluppo sostenibile.

Perchè chiedono di fermare il riscaldamento globale?  Certificati verdi: Truffa da un miliardo sull’Iva per finanziare i gruppi islamici
Certificati verdi CO2: maxifrode fiscale da 650 milioni di euro, 9 arresti   http://www.imolaoggi.it/2014/12/12/certificati-verdi-co2-maxifrode-fiscale-da-650-milioni-di-euro-9-arresti/

 

Tra i partecipanti al Simposio, la segretaria della convenzione quadro dell’Onu sui cambiamenti climatici Christiana Figueres, che ha rilevato come “gli insegnamenti dell’Islam, che sottolineano i doveri degli esseri umani come custodi della Terra e il ruolo di insegnante come guida ai comportamenti corretti, forniscano un orientamento per compiere le giuste azioni sul cambiamento climatico”.

Esempio di studioso musulmano – La Terra è ferma, non gira



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -