“Metà delle coste italiane sono inquinate”, Legambiente mette in fuga i turisti

spiaggia2

 

La sinistra ha molti modi di lavorare contro l’Italia. Uno è quello di mettere in moto le associazioni e così, il giorno prima di ferragosto, arriva l’eclatante di chiarazione di Legambiente, la cui competenza e “scientificità” è ben spiegata in questo articolo  Nel rapporto “scientifico” di Legambiente, una frana scambiata per una cava

Gli scopi sono sempre gli stessi: spremere denaro ai poveri cittadini  Legambiente: nel 2011 gli italiani hanno pagato 43,9 mld di tasse verdi, ma è poco

Legambiente si è anche distinta nell’affare ILVA  Legambiente: Ilva risultato di politiche irresponsabili, ma fu Della Seta a firmare l’Ok

Quasi metà delle coste italiane è inquinata. Lo dice Legambiente, che questa mattina a Roma ha presentato il rapporto annuale Goletta Verde. Dall’analisi dei 266 campioni rilevati nei due mesi di viaggio a bordo della Catholica, l’imbarcazione dell’associazione, è risultato che il 45% di essi ha cariche batteriche superiori ai limiti imposti dalla normativa: un punto inquinato ogni 62 chilometri di costa.

Le situazioni maggiormente critiche si registrano lungo le coste di Marche e Abruzzo, penalizzate anche dall’elevato numero di corsi d’acqua, canali e fossi che sfociano in mare.

Situazione difficile anche in Sicilia: su 26 punti monitorati ben 14 sono risultati inquinati o fortemente inquinati.Poche le criticità riscontrate nelle regioni dell’alto adriatico (Veneto e Friuli Venezia Giulia), complice anche il periodo di campionamento, ad inizio giugno quindi a stagione balneare appena cominciata.Va bene invece la Sardegna, con qualche criticità in corrispondenza di foci di fiumi o canali.

Le tasse ambientali sono 10 e servono solo a mantenere i parassiti



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -