Brescia: sfregio al Percorso della Memoria, divelta la lapide di Ramelli

L’ideologia comunista ferisce i vivi e non risparmia neanche i morti. Il cieco odio e l’accanimento dei comunisti contro le loro vittime si spinge oltre la morte.

ramelli

 

Brescia – È stata divelta la formella dedicata al militante e fiduciario del Fronte della Gioventù Sergio Ramelli, posizionata lungo il percorso della memoria per le vittime del terrorismo, in centro storico. Lo riporta il giornale di Brescia

Imbrattata nelle scorse settimane, la piccola lapide tonda è sparita nottetempo da contrada Sant’Urbano. Manlio Milani, presidente della Casa della Memoria, fa sapere che è stata sporta denuncia e che sono iniziate le operazioni per la sua sostituzione.

Il 29 aprile è stato ricordato il quarantennale della scomparsa dello studente, morto a diciott’anni in seguito a un’aggressione di un gruppo di militanti di estrema sinistra legati a Avanguardia Operaia. Fratelli d’Italia ha chiesto l’intitolazione di una via a Ramelli, mentre nei giorni scorsi sono comparse in città scritte ingiuriose nei suoi confronti.

Il 23 aprile 2014 – A pochi giorni dal corteo dedicato a Sergio Ramelli – ( barbaramente ucciso, all’età di 18 anni,  nel 1975 da estremisti di sinistra) – previsto per il 29 aprile, il Comitato organizzatore denuncia un atto vandalico nei confronti del murales-ricordo dedicato alla giovane vittima. “Questa notte ignobili vandali hanno sfondato la lastra di vetro che protegge il murales dedicato a Sergio Ramelli in via Paladini a Milano. Murales realizzato nel luogo dove Sergio cadde sotto i colpi delle chiavi inglesi del commando assassino di Avanguardia Operaia”.



   

 

 

2 Commenti per “Brescia: sfregio al Percorso della Memoria, divelta la lapide di Ramelli”

  1. che commentare ?
    i vigliacchi sono forti solo in gruppo …
    ma presi singolarmente gridano sempre aiuto …

  2. Si Nemesi anche se non conoscendo bene il caso di Ramelli, hai pienamente ragione, fanno queste cose se sono solo in gruppo da soli non si muovono e non fiatano non anno il coraggio e sono anche omertosi.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -