Islamizzazione: aumenta a 18 il numero di parlamentari turchi nel Consiglio d’Europa

L’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha dato il suo via libero alla richiesta della Turchia di aumentare da 12 a 18 il numero di parlamentari della sua delegazione, tanti quanti sono attualmente quelli di Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna e Germania.

Formalmente la decisione è legata al solo fatto che il peso di ogni delegazione dipende dalla popolazione del Paese e che quindi essendo la Turchia il terzo Stato membro per numero di abitanti, i 18 posti nell’Assemblea le spettano di diritto.

Tuttavia la richiesta ha anche un significato politico e rientra tra i passi fatti da Ankara per contare di più all’interno del Consiglio d’Europa, di cui è uno Stato membro sin dall’inizio. La Turchia ha infatti anche chiesto di poter aumentare la sua quota di contributi al bilancio dell’organizzazione paneuropea e di ottenere quindi, come Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna e Russia, lo status di ‘grande pagatore’. Ora spetterà al Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa decidere se accettare tutte le richieste di Ankara. Dal canto suo l’Assemblea si augura che le decisioni vengano prese entro l’inizio della prossima sessione plenaria che si apre il 22 giugno. (ANSAmed)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -