Esposto partigiani e associazioni di sinistra: apologia di fascismo ai comizi di Salvini

antifascisti

 

L’Altra Puglia, l’Anpi di Lecce e diverse associazioni del territorio, forse affette da complessi d’inferiorità e manie di persecuzione, hanno depositato in procura un esposto per denunciare il reato di apologia di fascismo che sarebbe stato commesso nel corso del comizio elettorale di Matteo Salvini del 10 maggio a Lecce.

“Da alcuni video in rete e dalle informali notizie della stampa presente, in quel contesto alcune decine di partecipanti si sono esibiti nel saluto romano e hanno inneggiato ripetutamente al “Duce””, spiega L’Altra Puglia,”Si è trattato quindi di chiare manifestazioni di apologia del fascismo, sanzionate sia dalla legge Scelba che dalla legge Mancino, sulla cui base nel 2014 ben due distinte sentenze della Cassazione hanno ribadito la condanna di questo tipo di espressioni esteriori in occasioni pubbliche

Per questo motivo chiediamo alla Procura della Repubblica, come recitato nell’esposto, di aprire un’indagine per accertare la sussistenza di questi reati, sanciti anche dalla XII disposizione transitoria della nostra Costituzione”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -