Russia agli USA: basta diktat e coercizioni. Gentiloni: “Bene Kerry”

 

La Russia si dice pronta a collaborare con gli Stati Uniti ma senza diktat e senza coercizioni. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri russo dopo un lungo incontro oggi a Sochi tra il capo della diplomazia di Mosca Sergey Lavrov e il collega Usa John Kerry. Lavrov e Kerry stanno ora incontrando il presidente russo Vladimir Putin.

kerry_lavrov

“Si è osservato nello svolgimento del confronto, che cercare esercitare su di noi pressioni sanzionatorie, è un percorso senza uscita. La Russia non sarà in grado di forzare il sacrificio dei nostri interessi nazionali e la posizione di principio su chiave pubblica”, fa sapere Mosca. La Russia è pronta a una costruttiva collaborazione con gli Stati Uniti, sia in ambito bilaterale, che sulla scena mondiale, ma la cooperazione è possibile solo in maniera giusta ed equa, senza tentativi di dettare ed esercitare coercizione, ha detto il ministero degli Esteri russo.

Gentiloni – L’Italia apprezza l’iniziativa del segretario di Stato Usa, John Kerry, che ha fatto ripartire il dialogo con la Russia sui dossier che impegnano la comunita’ internazionale, a partire da quelli su Libia, Yemen, Iran, Siria e, naturalmente, Ucraina. “Abbiamo apprezzato l’iniziativa di Kerry”, ha spiegato il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, dopo aver partecipato al briefing in cui il capo della diplomazia Usa ha riferito dei positivi incontri avuti martedi’ con Vladimir Putin e Serghei Lavrov, prima dell’inizio della ministeriale della Nato ad Antalya, in Turchia.

“Abbiamo apprezzato l’iniziativa di Kerry”, ha spiegato il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, “poiche’ va nella direzione da noi sempre sostenuta e cioe’ che la fermezza sull’Ucraina non deve avere come conseguenza la chiusura del dialogo con la Russia. Cio’ non significa un ritorno al ‘business as usual’ ma la condivisione di alcuni punti su diversi dossier”, in particolare quelli relativi a Siria e a Iran, nodi che per Washington sono molto “rilevanti”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -