Bimbo fa il saluto romano all’asilo: le maestre vogliono cacciarlo

L’orribile “fascismo” degli antifascisti

balilla

Quando al mattino arriva in classe, saluta tutti gli altri bambini col braccio ben teso. Entra la mestra? Lui la saluta col braccio teso. Entra il bidello? Lui lo saluta col braccio teso. Un baby balilla, insomma. Ma il gesto non va giù alle maestre che obbligano i genitori a decidere: o il piccolo la smette di fare il saluto fascista oppure lo cacciano dall’asilo.

Il bimbo frequenta un asilo del Canturino. Come racconta Repubblica, non appena le maestre hanno notato il gesto e capito che il piccolo lo usava per salutare chiunque incontrasse, hanno immediatamente convocato i genitori per “spiegar loro il comportamento anomalo del figlio” e “chiedere spiegazioni”. Il padre ha replicato senza troppi giri di parole: “Che cosa c’è di strano? Vogliamo dargli una educazione rigorosa e allo stesso tempo naturale”. Ma le maestre hanno insistito nel convincere i genitori a cambiare il modo di educare il bambino. “Ci hanno detto chiaramente quali sono le loro idee politiche, rivendicando con fierezza l’insegnamento del saluto romano al figlio – ha raccontato la maestra Barbara – abbiamo obiettato che quel saluto è vietato dalla legge italiana e che non è esattamente un gesto adatto a un bambino di quattro anni che frequenta l’asilo”. A quel punto il padre le ha risposto mostrandole la svastica tatuata sul braccio.

Non avendo ottenuto nulla, le maestre hanno prima pensato di coinvolgere il provveditorato agli studi, poi hanno però optato per dare un ultimatum alla famiglia del baby balilla: “O il bambino non fa più il saluto romano oppure sarà cacciato dall’asilo (pubblico, ndr)”. I genitori si sono visti costretti a dire al piccolo di non fare più il saluto romano. il giornale



   

 

 

3 Commenti per “Bimbo fa il saluto romano all’asilo: le maestre vogliono cacciarlo”

  1. il gioco del toccarsi invece non scandalizza vero? piddioti gay gender friendly……

  2. Che cavolo capisce un bambino di 4 anni, anche io quando andavo all’asilo delle suore facevo il saluto con il pugno chiuso e be che fa il pugno chiuso andava bene addirittura all’inizio del dopoguerra che le suore erano con i lavaggi dei cervelli dalla DC e non va bene che il bambino saluta con il braccio teso, penso che il bambino sia più intelligente di quanto ci si possa aspettare sta capendo già la politica come funziona nel nostro paese, si sicuramente è un bambino prodigio.

  3. Ma che volete che il bambino sappio del Gesto.? Che poi era dell’antica Roma, Imperiale.!
    MA IO DICO CHE IL BAMBINO VOLEVA DIRE UN’ALTRA COSA.!!!
    VE LA RACCONTO.,!
    A Palermo credo nel 1950 … u poco dopo . Un cittadino và dal Prefetto ed alza lil braccio , – Il Prefetto sbigottito ma che fai.??? Tira giù quel braccio.!!!— il cittadino tira giù il braccio ed appena apre la bocca rialza il braccio sempre con la mano aperta. – Il Prefetto Arrabbiato. come te lo posso far capire abbassa quel braccio con la mano . – Il cittadino abbassa il braccio e contemporaneamente GRIDA ed alza il braccio , “Sua Eccelenza” come posso fargli capiore che la Merda e’ arrivata a questo punto.???

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -