Padova: Aborto shock in ospedale: il feto era di 700 grammi e 7 mesi

 

E’ giallo su un presunto aborto illegale in ospedale in Veneto. I medici hanno deciso di denunciare una giovane donna: il feto di 705 grammi è risultato essere di 7 mesi, scrive PadovaOggi.

aborto

 

L’aborto è stato effettuato l’8 marzo scorso in Clinica ostetrica e ginecologica di Padova. Il feto ha lasciato sconvolti i medici, che hanno subito denunciato tutto: era di 705 grammi, una dimensione corrispondente a 27 settimane, quasi il settimo mese, non compatibile con il periodo gestazionale indicato dalla paziente“

La 32enne giunta dalla provincia di Salerno era andata ad abortire a Padova, e si indaga proprio su questo. E’ un giallo però ciò che è accaduto 4 giorni prima dell’aborto. La donna era stata sottoposta a esami e in base a quello che si legge nella cartella clinica il feto aveva 22 settimane e due giorni, poco più di 5 mesi.

Devono sussistere gravi motivi perchè una donna venga sottoposta all’interruzione della gravidanza dopo 22 settimane di gestazione. Primo fra tutti quello di una grave patologia del nascituro, spiega PadovaOggi.

Il pubblico ministero Dini vuole capire il motivo per il quale la donna è stata sottoposta all’aborto. E poi l’esatto tempo di gestazione del feto. Le indagini, invece, dovranno chiarire il “giallo” del referto degli esami.

 



   

 

 

1 Commento per “Padova: Aborto shock in ospedale: il feto era di 700 grammi e 7 mesi”

  1. Ma i medici si denunciano anche fra loro per essere al servizio di Big Pharma? Certo che no!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -