Il Comune minaccia le maestre: non ledere il prestigio di Roma Capitale. E’ bufera

Bavaglio alle maestre da parte degli stessi ipocriti che  magari il 25 aprile festeggiano una presunta “Liberazione”

Nieri-Marino

 

Ha fatto sussultare anche i banchi della maggioranza per poi arrivare fino all’Ordine nazionale dei giornalisti la circolare emanata dal capo del dipartimento Scuola che impone alle insegnanti di non ledere l’immagine di Roma Capitale diffondendo informazioni e immagini.

A promettere un’interrogazione non è solo il Movimento cinque stelle. Pugno duro è arrivato anche dal capogruppo capitolino di Sel Gianluca Peciola che ha promesso: “Invieremo un’interrogazione urgente al Sindaco per chiedere il ritiro immediato della circolare e la rimozione di quei dirigenti che si sono resi responsabili”.

Un richiamo al rispetto della costituzione è invece arrivato dal segretario e consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti Paolo Pirovano e Alessandro Sansoni: “Se due indizi fanno una prova siamo costretti a ritenere che l’attuale amministrazione di Roma Capitale dia un’interpretazione eccessivamente restrittiva dell’articolo 21 della Costituzione”

Le minacce sono contenute nella fine della lettera. “Si raccomanda di vigilare attentamente sulla corretta osservanza delle richiamate norme, la violazione delle quali integra comportamenti contrari ai doveri d’ufficio ed è fonte di responsabilità accertata all’esito del relativo procedimento disciplinare”

A rendere pubblica la missiva è stato il senatore Ncd Andrea Augello. “Sulle prime non ho creduto ai miei occhi, poi mi sono rassegnato all’evidenza. La delirante missiva denuncia come comportamenti contrari ai doveri d’ufficio, il fatto che le docenti abbiano fornito informazioni ai media circa l’applicazione dei nuovi istituti contrattuali anche inviando foto e utilizzando altri più moderni mezzi di comunicazione”

Le malefatte di Marino non si devono sapere: giornalisti via dal Campidoglio

ORDINE DEI GIORNALISTI – “Dopo l’episodio che pochi giorni fa ha visto protagonista la scorta del sindaco Ignazio Marino che ha ‘sequestrato’ un collega del ‘Tempo’ e un fotografo su ‘la Repubblica’ di domenica abbiamo letto di una circolare riservata, datata 22 aprile, con la quale il Capo del Dipartimento Scuola Mariarosa Turchi ha ordinato di istruire provvedimenti disciplinari contro tutte le insegnanti sorprese a commentare con i giornalisti la trattativa sul contratto decentrato” si legge nella nota di Pirovano e Sansoni.

“Ci aspettiamo da parte del sindaco Marino una esplicita presa di distanza da questo atteggiamento intimidatorio che non rende onore al ‘prestigio’ di Roma e che viola non solo la Costituzione, ma anche l’articolo 10 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo. Il principio cardine della libertà di espressione, fatto salvo il dovere di verifica delle informazioni e di rettifica se dovuto è la principale forma di tutela che lo stato di diritto offre tanto ai giornalisti, quanto alle loro fonti e ai cittadini. Il suo mancato rispetto da parte di una pubblica amministrazione ne lederebbe profondamente il prestigio”.

romatoday.it



   

 

 

2 Commenti per “Il Comune minaccia le maestre: non ledere il prestigio di Roma Capitale. E’ bufera”

  1. Claudio Franza

    Sordi diceva ai cittadini in un suo film: IO sono IO e voi siete nessuno. Ci sono tanti emuli del detto personaggio di Sordi purtroppo

  2. E’ SEMPRE STATA UNA CAPITALE.. … PERSINO NERONE GLI DETTE FUOCO.! … ERA PROPRIO UN VEGGENTE.!.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -