Le malefatte di Marino non si devono sapere: giornalisti via dal Campidoglio

marino-cremlino

9 gen. – – L’Unione nazionale cronisti romani e il sindacato cronisti romani denunciano “l’inaccettabile giro di vite del Comune nei confronti della stampa con il pretesto di ‘fughe di notizie’, in realtà per impedire ai cronisti l’informazione in presa diretta e colta dal vivo”.

“Le porte del Campidoglio non possono essere aperte o chiuse a discrezione o, peggio, a capriccio di questo o quell’altro amministratore pro tempore o di questa o quella occasione ufficiale – sottolineano – In ragione della libertà di stampa e ai sensi della legge sulla trasparenza, l’ente locale deve garantire, specie ai cronisti, la libera circolazione e la massima accessibilità allo scopo di favorire il controllo critico sull’attività amministrativa in nome e per conto della cittadinanza”.

“Peraltro da sempre in Campidoglio, con il tesserino professionale o con la carta di accredito, si è garantito l’ingresso nel palazzo Senatorio in ogni ora del giorno e anche prescindere dallo svolgimento di eventi pubblici o di conferenze-stampa”, concludono.

«Tenere la stampa fuori del Campidoglio è l’inizio della fine del sindaco. Marino teme per la fuga di notizie e ‘incolpa’ i giornalisti ai quali impedisce di lavorare in quella che dovrebbe essere casa di tutti i romani, il Campidoglio, e non proprietà del sindaco, il quale dovrebbe temere più i telefoni della sua maggioranza dal quale presumibilmente escono notizie a lui sgradite, piuttosto che altre orecchie indiscrete». È quanto dichiara Dario Rossin, segretario d’Aula dell’Assemblea Capitolina.
«Fatto sta che con decisioni dispotiche e antidemocratiche come questa il Campidoglio rischia di trasformarsi nel Cremlino della vecchia Urss -conclude Rossin- un colpo durissimo al pluralismo d’informazione e alla dignità di Roma Capitale».



   

 

 

1 Commento per “Le malefatte di Marino non si devono sapere: giornalisti via dal Campidoglio”

  1. Ma quanto sei bravo Marino! i cavoli degli altri si i tuoi no vero?

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -