L’intelligence anti-Isis ha aiutato le minorenni inglesi a raggiungere Raqqa

jihadiste-gb

 

Se è vero, abbiamo toccato il fondo. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato oggi che un agente di un servizio di intelligence di uno dei paesi della coalizione anti-Isis ha aiutato le tre adolescenti inglesi fuggite in febbraio in Siria per raggiungere il gruppo jihadista Isis.

Lo riferisce la stampa di Ankara. L’uomo è stato arrestato.

‘Ci criticano, ma vedete chi si comporta male?’: questo il messaggio subliminale venuto dalla Turchia oggi sulla vicenda che ha fatto scalpore a Londra delle tre ragazze inglesi di origine araba fuggite il mese scorso attraverso il territorio turco per raggiungere in Siria l’Isis.

Il ministro degli esteri della Mezzaluna Mevlut Cavusoglu ha annunciato in tv che la polizia turca aveva arrestato l’uomo che avrebbe aiutato le tre adolescenti, 15 e 16 anni, a passare il confine siriano. “E sapete chi abbiamo scoperto che era questa persona? E’ risultato che lavora per l’intelligence di un paese della coalizione” anti-Isis ha spiegato Cavusoglu, senza però rivelare l’identità dell’arrestato né per chi lavori. Cavusoglu ha solo precisato che non si tratta né di Usa né di un paese Ue.

Alla coalizione aderiscono diversi stati arabi come Qatar, Arabia Saudita, Giordania, Emirati Uniti. Ma anche paesi come Canada o Australia. Cavusoglu ha detto di avere informato il collega britannico Philip Hammond: “come al solito”, avrebbe commentato. La vicenda delle tre ragazze, Kadiza Sultana, Shamima Begum e Amira Abase, ha suscitato scintille nelle scorse settimane fra Ankara e Londra. Le adolescenti hanno preso un volo da Gatwick a Istanbul, attraversato indisturbate la Turchia, sono passate in Siria. Il Regno Unito ha criticato i turchi, che hanno replicato accusando gli inglesi di avere lanciato l’allarme con tre giorni di ritardo. Lo stesso premier David Cameron ha smentito. Il presidente islamico turco Recep Tayyip Erdogan è stato più volte accusato di avere consentito relazioni ambigue con i gruppi jihadisti in Siria, di averli aiutati, con l’ossessione di fare cadere Bashar al-Assad per sostituirlo con i Fratelli Musulmani, di avere lasciato aperte le ‘autostrade della jihad’.

E’ quindi con chiara soddisfazione che Cavusoglu ha annunciato il presunto coinvolgimento di uno 007 di un paese della coalizione.



   

 

 

1 Commento per “L’intelligence anti-Isis ha aiutato le minorenni inglesi a raggiungere Raqqa”

  1. tutte tipici cognomi inglesi, le tre ragazze……

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -