Dopo la rapina aggredisce l’addetto alla sicurezza: 18enne marocchino in arresto

arrestato

 

Bologna – Ha derubato un giovane in discoteca, poi, vistosi scoperto, ha aggredito un addetto alla sicurezza. Così è finito in arresto un 18enne marocchino, residente a Migliaro. E’ accaduto ieri, poco prima delle 5 del mattino, dopo che la Centrale Operativa del 112 è stata allertata circa la rapina avvenuta presso una discoteca in via Francesco Fantoni a Bologna.

Giunti sul posto, i militari hanno identificato il ladro, che si era reso responsabile, assieme ad altri due complici non ancora identificati, della sottrazione di uno smartphone ai danni di un 22enne di Castenaso, che si trovava seduto a un tavolo del locale con la fidanzata e altri coetanei.

La ragazza, accortasi del furto, ha avvisato subito un addetto alla sicurezza e per facilitare l’individuazione del malvivente ha fatto squillare il telefonino del suo compagno. Il 18enne, non riuscendo a spegnere lo smartphone che stava suonando dalla tasca dei suoi pantaloni, ha tentato la fuga aggredendo l’addetto alla sicurezza, ma è stato fermato e affidato ai Carabinieri intervenuti.

Trovato in possesso di un portafogli rubato la scorsa settimana a una 54enne di Codigoro che stava viaggiando su un treno, il marocchino dovrà rispondere anche del reato di ricettazione. Trascorsa la notte nelle camere di sicurezza della Stazione Bologna Bertalia, il giovane è stato tradotto questa mattina in Tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto.

bolognatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -