USA: il lento ritiro dall’Afghanistan sarà rallentato. Avanti piano, quasi indietro

usa-afghanistan

 

Il comando militare Usa in Afghanistan ha annunciato al Congresso che ha chiesto alla Casa Bianca la possibilità di rallentare il (già inesistente) ritiro delle truppe americane dal Paese. Insomma, avanti piano, quasi indietro.

Il generale John Campbell, che gestisce in Afghanistan 13.000 militari Usa e delle forze alleate, ha detto di aver ricevuto una richiesta dal presidente Ashraf Ghani che prevede una revisione del programma del presidente Usa Obama di ritirare le truppe entro il 2016.

Tra i 13.000 militari Nato in Afghanistan 10.600 sono americani. Intanto il New York Times citando fonti anonime racconta la storia di un computer sottratto dall’intelligence afghana e dalle forze speciali Usa. I dati trovati aiutano la coalizione a migliorare i raid aerei notturni contro i miliziani di al Qaeda, visto che nel pc sono contenute molti piani e strategie del gruppo terroristico.
Tuttavia, nota il New York Times, la notizia mette in luce un altro dato interessante. Il coinvolgimento diretto dei militari americani nelle missioni e non solo una attività di formazione e consulenza come si credeva.

Qui la pagliacciata in cinemascope della cerimonia del ritiro



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -