Milano, case occupate: sgomberi bloccati. Il Prefetto cede ai ricatti dei centri sociali?

centri-sociali

 

Evitare di intervenire con gli sgomberi programmati in alcuni quartieri della città. Sarebbe l’indicazione arrivata dal Prefetto, secondo quanto riferisce un dirigente di Aler, l’azienda regionale che gestisce una parte del patrimonio pubblico di case popolari. Le aree individuate, ha spiegato, sarebbero quelle più ‘calde’, dove sono state registrate le maggiori tensioni: Lorenteggio, Corvetto-Mazzini, Giambellino, Ticinese e San Siro. Sarebbe una direttiva ‘temporanea’.

[dividers style=”4″]

“In relazione a quanto dichiarato da Aler durante la commissione consiliare del Comune di Milano in merito alle decisioni assunte dal comitato provinciale per la sicurezza e l’ ordine pubblico di non compiere sgomberi degli occupanti abusivi in alcuni
quartieri chiedero’ un incontro al prefetto perché la legalità’ va osservata e fatta rispettare senza deroghe. Non possiamo farci ricattare dai criminali e dai centri sociali “. Così Nicolo Mardegan coordinatore NCD Milano



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -