Toghe rosse in difesa dell’immigrazione clandestina

toghe

 

30 ago 2014 – La fine dell’operazione Mare Nostrum per Frontex Plus porta con se’ il rischio di nuove tragedie in mare per gli immigrati: e’ l’opinione di Anna Canepa, segretario generale Magistratura democratica. “L’annunciata cessazione dell’operazione Mare Nostrum, sostituita, a quanto e’ dato di capire, da dispositivi di mera ricognizione dei confini dell’Unione europea, comporta seri rischi che si rinnovino le tragedie in mare che, proprio l’ottobre scorso, indussero il nostro Paese ad impegnarsi per la tutela dei migranti in mare, anche in acque internazionali”, ha dichiarato Canepa.

Per Magistratura democratica, invece, “sarebbe auspicabile che il semestre italiano di presidenza dell’Unione europea fosse l’occasione per promuovere politiche di protezione ed accoglienza che, superando gli egoismi nazionali e battendo i gestori del traffico criminale di esseri umani, sappiano tutelare la vita e la dignita’ dell’uomo, e non l’occasione per recedere da una iniziativa, certamente perfettibile, ma coraggiosa e lungimirante, che aveva posto, per una volta, orgogliosamente il nostro Paese all’avanguardia nella politica europea dell’immigrazione e dei diritti umani”. asca

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -