Financial Times: Italia e Francia malati cronici, frenano la crescita Ue

Renzi_Hollande

 

21 AGOSTO – La Banca Centrale Europea non dovrebbe seguire l’esempio della Federal Reserve con un programma di acquisto di titoli di stato (quantitative easing) per rilanciare la crescita nell’Eurozona perché i problemi della regione sono diversi da quelli degli Stati Uniti ed affondano le proprie radici ”nelle malattie croniche di Italia e Francia e del sistema bancario europeo”.

Lo afferma in un editoriale per il Financial Times il vice-presidente di BlackRock ed ex governatore della banca centrale svizzera, Philipp Hildebrand, sottolineando che mentre paesi come Spagna e Portogallo sono tornati alla crescita e anche la Grecia da’ segnali di ripresa, ”Italia e Francia sono messe talmente male che nessun piano di quantitative easing riuscirebbe a farle crescere”. L’autore aggiunge che Roma e Parigi ”devono riformare il mercato del lavoro, ridurre le tasse che pesano sulle imprese, snellire la burocrazia e continuare a risanare i conti pubblici” e ”non parlarne solamente, perché non serve”. Inoltre, sottolinea Hildebrand, un piano di acquisto di titoli di stato da parte della Bce ”permetterebbe ai paesi di finanziarsi a tassi ancora più bassi e dunque dare a quei governi riluttanti a fare le riforme una facile via d’uscita”. ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -