Governo: Approvato il Def, aumenta la tassazione per banche

Renzi-e-Padoan

 

8 apr. – Il Consiglio dei ministri ha approvato il Def (Documento di economia e finanza). Lo ha annunciato Matteo Renzi al termine della riunione. Il premier ha sottolineato che quello del def “e’ un documento molto serio e rigoroso. Stimiamo la crescita allo 0,8%” per il 2014. Spero che queste stime siano smentite in positivo”, ha aggiunto il premier.
Illustrando il Def, renzi ha fatto notare che la stima di crescita per il 2014 allo 0,8%, con una riduzione rispetto alle stime precedenti, per una scelta di “rigore”. “Chi voleva dire ‘i numeri sono ballerini si scontra con un dato di fatto'”.

“Le riforme – ha sottolineato il presidente del Consiglio – non sono semplicemente un punto d’orgoglio del governo, sono la pre-condizione della ripresa economica. Senza, ha aggiunto, “non c’e’ credibilita’ con i nostri concittadini. Sono un assoluto impegno morale da parte nostra”.

“Confermo tutti impegni presi – ha ribadito il premier – Dalla riforma della pubblica amministrazione ad aprile, al tema del fisco a maggio, a quello della giustizia a giugno”. Andiamo avanti mantenendo gli impegni”. “La spending review – ha spiegato – non e’ solo un taglio.
E’ la rimodulazione del processo di spesa ed e’ un elemento che sta cambiando la pubblica amministrazione”. “Confermo l’impegno sullo ‘sforbicia Italia’: ridurre il numero dei dirigenti nelle varie strutture” dell’amministrazione pubblica e’ possibile “solo se tu puoi dire che anche la politica ha stretto la cinghia. Solo allora hai l’autorevolezza di dire adesso tocca alla pubblica amministrazione”.
Venerdi’ 18 aprile il consiglio dei ministri varera’ il decreto che prevede le coperture per il taglio dell’Irpef, ha detto il premier.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -