Venezia: piazza San Marco ostaggio dei bengalesi “questo è il nostro territorio”

abusiviVENEZIA, 15 FEB – Piazza San Marco ostaggio dei venditori abusivi bengalesi che ricorrono alle minacce per allontanare chi cerca, legalmente, di lavorare. Lo denuncia Raffaele Alajmo, patron del Gran Caffè Quadri.

Un cameriere del locale nei giorni scorsi è uscito per portare un paio di stivali (con i quali limitare i disagi dell’acqua alta) ad un cliente, ma è stato affrontato da un ambulante bengalese che lo ha minacciato, dicendo “questo è il nostro territorio“. ansa



   

 

 

3 Commenti per “Venezia: piazza San Marco ostaggio dei bengalesi “questo è il nostro territorio””

  1. sono contento, forse qualcuno si muoverà, se lo fa un’italiano arivano mille poliziotti e subito multe a non finire.la guardia di finanza dorme o non si possono toccare perché clandestini. si prendono e si portano a casa della kienge oppure a firenze cosi renzi avra i suoi fedeli di partito.

  2. E la Polizia di cosa si occupa????

  3. E” inconcepibile quello che lasciano fare loro, MA DOVE SONO LE FORZE DELL’ORDINE A PROTEGGERE IL POPOLO ITALIANO?fra qualche anno ci ammazzeranno a casa nostra come fanno con tutti i cristiani, che schifo,

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -