UE: 11 milioni di euro per incoraggiare la comprensione col Nordafrica

wc20 DIC – L’Unione europea ha deciso di aprire la registrazione per il Servizio volontario Euromed (EVS) ad otto Paesi partner del Sud: Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Marocco, Territori palestinesi e Tunisia. Durante il 2014, riferisce il sito web di Enpi (www.enpi-info.eu), il “SALTO EuroMed Resource Centre” e la “Regional Capacity Building and Support Unit” (RCBS) del programma Euromed Youth si assumerà il compito del processo di registrazione.

Dal 2015 il sistema EVS sarà obbligatorio per le organizzazioni locali che desiderano ospitare, inviare o coordinare progetti nell’ambito del programma di scambio fra studenti Erasmus+ e l’Euromed Youth Programme. Un gruppo di lavoro nei prossimi mesi sarà impegnato a lanciare il processo e a breve sarà inviato un invito da SALTO Euromed a tutte le agenzie nazionali di Erasmus, per entrare a fare parte di questo gruppo.

Il programma europeo EuroMed Youth IV – che dispone di un budget di 11 milioni di euro per il periodo 2010-2016 – punta a stimolare e incoraggiare la comprensione reciproca fra i giovani della regione Euro-mediterranea, lottando contro gli stereotipi e i pregiudizi, promuovendo la loro cittadinanza attiva. Il programma cerca anche di contribuire allo sviluppo di politiche giovanili nei Paesi partner dell’Ue nel Mediterraneo e di promuovere gli scambi fra i ragazzi di Paesi diversi.(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -