Marocchino pregiudicato tenta di violentare un’operaia, arrestato

piange42 ott MILANO – Una donna ha rischiato di subire uno stupro in strada, alla fermata dell’autobus, lunedì notte a Milano e soltanto il casuale passaggio di una gazzella dei carabinieri ha evitato il peggio. L’aggressore, un marocchino, è stato arrestato.

È accaduto poco prima dell’una in via Rogoredo, di fronte alla stazione delle Ferrovie. La donna, un’operaia di 32 anni residente a San Giuliano Milanese, stava aspettando l’autobus quando è stata avvicinata da un marocchino in bici, che ha cominciato a importunarla e subito dopo a palpeggiarla.

Lei ha reagito con forza ma l’uomo l’ha inseguita. La 32enne si è divincolata altre volte, correndo in mezzo alla strada urlando, in quei lunghissimi minuti. Due nordafricani hanno provato a rimproverare l’aggressore, ma lui gli ha urlato contro qualcosa e se ne sono andati. Poco dopo è passata un’auto con a bordo alcuni giovani, che non si sono fermati.

Alla fine, quando già l’aggressore era riuscito a immobilizzare la donna e le stava togliendo i pantaloni, è passata una gazzella del Radiomobile: i carabinieri hanno arrestato l’uomo, un 32enne marocchino con precedenti, senza fissa dimora.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -