Luce, gas e acqua dei campi nomadi praticamente a carico dei contribuenti bolognesi.

ROM2BOLOGNA, 18 Luglio 2013 – La cifra è da capogiro! Più di 2 miliardi di vecchie lire è l’ammontare del costo delle utenze di alcuni campi rom “residenti” nel Comune di Bologna. Nel quinquennio 2007-2012 sono stati spesi 1,3 milioni di euro di soldi pubblici per pagare le bollette di luce, acqua e gas ai rom. Ovviamente gli abitanti di questi campi dovrebbero corrispondere la loro quota non facendo così gravare l’intera cifra sulle spalle dei cittadini bolognesi. I dati però dicono altro! In alcuni anni la copertura del servizio si attestava attorno al 10%. In sostanza il 90% dei costi veniva coperto dalle tasse dei contribuenti felsinei.

Alla fine paga sempre pantalone! Tanto certa gente non viene mai punita! Non conviene più essere italiani!

di Giorgio Cafaro



   

 

 

9 Commenti per “Luce, gas e acqua dei campi nomadi praticamente a carico dei contribuenti bolognesi.”

  1. Ma perchè non va a fare il rom se è così conveniente…..brutta storia il razzismo e la mancanza di solidarietà….200.000 euro l’anno.. divisi per svariati campi e per SERVIZI INDISPENSABILI agli ESSERI UMANI come luce, gas ed acqua…non mi sembrano eccessivi..non vedo pantalone rovinato……vedo piuttosto la mancanza di quella carità cristiana che Papa Francesco, così acclamato, predica. ed un egoismo cinico ed ottuso……

    • E perchè mai? Gli mancan forse le braccia che han bisogno della “caritá cristiana”? Si urla sempre al razzismo in maniera del tutto fuori luogo… volete l’integrazione ad ogni costo? Bene, che si integrino, andando a lavorare come tutti noi per 1.000€ al mese, pagando tasse, affitto e BOLLETTE come il resto dei cittadini italiani.
      Mi parli piuttosto della caritá cristiana nei confronti di chi ha lavorato una vita intera e si ritrova a cercare di sopravvivere, a settant’anni, con una pensione quasi inesistente. Ma se proprio ci tiene a pagare i servizi a chi non vuole farlo, lo faccia lei… ma si chieda prima perchè il “suo” papa, così buono e caritatevole, non allestisca un “campo” nel suo stato.

    • Visto che sono servizi indispensabili, ma noi italiani dobbiamo pagarli profumatamente e facciamo fatica a farlo lavorando come degli asini, si offra pure volontario di accoglierli a casa sua o di stipendiarli!

    • anche i furti e l’accattonagio sono servizi che la comunità rom ci fornisce ogni giorno. paghiamo anche per quelli.
      il vero razzismo è quello di chi si nasconde dietro a maschere di solidarietà da salotti borghesi, predicando buon cuore salvo poi girarsi dall altra parte. siamo un paese alla deriva, l’assistenzialismo non possiamo più permettercelo. ci sono padri di famiglia che non riescono a dare da mangiare ai figli per pagare le bollette, e il problema sarebbe la carità cristiana citata fuori luogo? a posto così allora.

    • Poveretta! questo non è razzismo, è per colpa di gente ignorante come tè che l’italia cade a pezzi. audi e bmw nei campi come fanno a permetterseli?

    • Aria… se sei così solidale, prendili a casa tua! Mia sorella è disabile e paghiamo tutto quanto! Un magrebino investe una povera ragazza ed è già a piede libero… Ma fammi il piacere!

    • Allora paga di tasca tua e non parlare per gli altri ACCATTONA!

    • Adriano Giuliano

      Fai parte delle migliaia di scemi che infestano la penisola.
      Se parente della ritardata Boldrini per caso?

  2. giancarloetrusco@gmail.com

    cara/o ARIA , LA CARITA’ CRISTIANA CHE DECANTI TANTO E’ UNA PRESA PER IL C………….LO DA PARTE DEI PRETI , CHE SONO IDENTICI AI ZINGARI NON FANNO NIENTE RUBANO E PRETENDONO,LO SAI COSA E’ LA CARITAS,, E’ UNA ASSOCIAZIONE CHE CHIEDE COME I ZINGARI SCEGLIE LA MERCE CHE GLI ARRIVA SI TIENE LA MIGLIORE E DA AI POVERI QUELLO CHE RIMANE MA LORO OSSIA IL TUO PAPA FRANCESCO COL CAVOLO CHE TIRA FUORI I SOLDI DI TASCA VATICANA E AIUTA I POVERI, DI FATTO VI RIEMPITELA BOCCA DI CARITA’ CRISTIANA MA NON METTETE NULLA DEL VOSTRO, ANZI CI SPECULATE, E A COMPLETAMENTE RAGIONE DETESTOR SE VOGLIONO MANGIARE QUESTO POPOLO DI LADRI VAGABONDI LAVORASSERO DIVERSAMENTE MORISSERO DI FAME

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -