Parigi, si spegne la ville lumière: coprifuoco all’una, multe ai trasgressori

FRANCE DAILY LIFE

2 LUG – Addio ville lumiere: da oggi Parigi si spegne la notte per lottare contro gli sprechi di energia. Scatta ogni giorno all’una il coprifuoco per monumenti pubblici, chiese, stazioni, negozi, uffici e insegne della capitale ma anche delle altre città e comuni di Francia. Alcune deroghe sono fatte per le zone turistiche, le attrazioni culturali e i centri storici oltre che per le illuminazioni di Natale e di altri periodi di festa.

Le multe per chi non rispetta il regolamento possono arrivare fino a 750 euro. Intanto il governo ha lanciato una campagna di comunicazione dal titolo “Illuminare per niente di notte” con lo scopo di informare commercianti e imprese. L’obiettivo è risparmiare 200 milioni di euro l’anno, equivalenti, secondo il portavoce di France Nature Environnement, Benoit Hartmann, “al consumo di energia di 750.000 persone o alla produzione di una centrale nucleare”. Per quanto riguarda l’impatto ambientale, spiega l’Agence de l’environnement, si tratta di una riduzione di 250.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica, cioé il 30% delle emissioni di gas a effetto serra. “La prossima tappa – dice Hartmann – è la soppressione dell’illuminazione pubblica.

La soluzione è un dispositivo che si accenda solo dopo avere rilevato la presenza di qualcuno”. Per la ministra francese dell’Ecologia, Delphine Batho, “l’illuminazione, quando non è indispensabile diventa inquinamento. Il primo obiettivo di questa misura è fare pedagogia”. In particolare le vetrine dei negozi dovranno essere spente tra l’una e le sette del mattino (o comunque a partire dall’ora successiva la chiusura dell’attività) mentre le facciate dei monumenti pubblici dovranno essere illuminate solo dal tramonto fino all’una.

(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -