Dalla UE piovono fondi sulle Ong per “scambi interculturali”

euro-butt6 giu – Via al bando Ue del programma ‘Gioventu’ in azione’, che promuove la mobilita’ e lo scambio di esperienze fra professionisti che operano nelle organizzazioni giovanili nei Paesi europei. Le strutture coinvolte nell’iniziativa beneficeranno cosi’ di nuove conoscenze e di una differente prospettiva, da un professionista che opera nello stesso settore.

Fra gli obiettivi dei progetti sovvenzionati dal bando, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Ue, la possibilita’ di offrire agli operatori giovanili l’occasione di sperimentare una diversa realta’ lavorativa in un altro Paese, migliorare le competenze professionali, interculturali e linguistiche, contribuire a creare partenariati piu’ solidi e di migliore qualita’ tra le organizzazioni giovanili in tutta Europa.

Oltre che ai 27 Paesi Ue, il bando e’ aperto anche a Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Islanda, Croazia e Turchia. Possono partecipare solo organizzazioni senza scopo di lucro (ong, organizzazioni attive a livello europeo, enti pubblici regionali e locali) con progetti di collaborazione che includano almeno due partner di due Paesi diversi, per una durata massima di dodici mesi a partire dal primo semestre del 2014. La sovvenzione massima prevista e’ di 25mila euro e le domande dovranno essere inoltrate per posta entro il 13 settembre del 2013.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -