Coronavirus, quotazioni di compagnie aeree in calo su timori contagio

klm14 magg – Non sono annoverate tra le vittime del nuovo coronavirus, eppure ne stanno già subendo gli effetti negativi. Sono le compagnie aeree, già duramente colpite una decina di anni fa, quando a fare paura era la Sars.

Ai tempi – era il 2003 – si disse che, per il traffico aereo, la Sars si era rivelata più nefasta di una guerra. Oggi il quadro è molto diverso, ma gli investitori preferiscono prendere delle precauzioni. Risultato: le quotazioni del gruppo Air France-Klm hanno perso il 4,6% sulla borsa di Parigi. International Consolidated Airlines Group, che controlla British Airways e Iberia, ha incassato un calo analogo a Londra.

Al momento, i casi di contagio sono troppo pochi perché una qualche restrizione del traffico aereo sia presa in considerazione. Ma la notizia che il virus può trasmettersi da uomo a uomo fa suonare un primo campanello di allarme. Nel 2003, la perdita per le compagnie aeree europee venne stimata a 900 milioni di dollari. euronews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -