Spot svedese: se vai in vacanza in Italia i bambini piangono, è polemica

parco00

4 magg – Un parco di divertimenti di Goteborg, in Svezia, ha lanciato una campagna pubblicitaria con la quale in un sol colpo si offendono tre paesi mediterranei: Italia, Spagna e Grecia. Tre paesi che agli occhi degli europei rappresentano l’incarnazione delle difficoltà economiche e della crisi sociale. Tre cartelloni pubblicitari con i volti di altrettanti bambini in lacrime con la scritta: «Quest’estate alcuni bambini saranno costretti ad andare in Italia (o Maiorca o Creta)». La soluzione? «Venite invece al Liseberg Amusement Park di Goteborg», vero e proprio paradiso per bambini.

Bufera sullo spot anti-italiano.
La campagna ha suscitato immediate polemiche, e secondo quanto riportano alcuni siti come Riminitoday, l’assessore al Turismo della provincia di Rimini, Fabio Galli, ha scritto al neo ministro del Turismo Massimo Bray per lamentare l’accaduto e segnalare questo piccolo episodio di «inciviltà». Il turismo svedese è particolarmente attivo in Italia e in particolare sulla riviera romagnola; secondo dati dell’Istat nel 2010 si sono registrati 574.731 arrivi in Italia con un crescita pari al 12% rispetto all’anno precedente. Sono aumentati anche i pernottamenti che hanno superato la soglia dei due milioni (2.193.686) con un incremento pari al 9%. (messaggero)

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Spot svedese: se vai in vacanza in Italia i bambini piangono, è polemica”

  1. Il bue che dice cornuto all’asino. Ho un amico che vive in Svezia. Risulta che quella gente sono così ben integrati di immigrati della peggior spcie che il 25% delle donne svedesi è vittima di stupro da parte di stranieri. Il razzismo anti bianco ha raggiunto livelli tali che le donne che vivono in alcuni quartieri “a rischio” si tingono i capelli di scuro per passare inosservate agli occhi dei numerosi arabi e africani che popolano quelle zone.
    Ora io non sò se, a parte questi problemucci marginali, tutto il reto sia meglio che qui da noi. Certo è che noi italiani a questi livelli – per ora – non ci siamo ancora arrivati e che far le vacanze da noi è una gioia e una delizia per tutti.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -