Paesi del Mediterraneo: incontro in Algeria per salvare le foreste dal riscaldamento globale

 I Paesi del Mediterraneo si incontrano oggi a Tlemcen in Algeria per discutere sull’adozione di una strategia per le foreste mediterranee.

fao21 mar – Temperature aumentate di un grado nel XX secolo, piogge diminuite del 20% in alcune aree, crescita della popolazione. Questi i motivi principali per cui le foreste del Mediterrano potrebbero essere ”duramente colpite dai cambiamenti climatici” contenuti nel nuovo rapporto della Fao ‘State of Mediterranean forests’, lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale delle foreste.

Uno scandalo chiamato F.A.O.

Terzi: Italia primo donatore del fondo speciale FAO su sicurezza alimentare

Il report racconta che la situazione e’ causa di una ”maggiore competizione per le gia’ scarse risorse alimentari e idriche della regione” mediterranea.

Fao: nel 2013 produzione mondiale grano +4,3%. Prezzi alimentari -2,5%

Oltre il 6% dei cereali prodotti nel mondo diventa biocarburante

Inoltre, e’ previsto che ”entro la fine di questo secolo le temperature aumentino di due gradi”; esponendo ”a rischio di estinzione alcune specie forestali” e ”causare la perdita di biodiversita”’. La crescita della popolazione, destinata a passare da 500 a 625 milioni entro il 2050, ”mettera’ sotto ulteriore pressione le foreste, il cibo e l’acqua”.

I Paesi del Mediterraneo si incontrano oggi a Tlemcen in Algeria per discutere sull’adozione di una strategia per le foreste mediterranee. (ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -