Uccise la fidanzata, egiziano a giudizio immediato

06 NOV – Il pm Paolo Cappelli ha chiesto il giudizio immediato per Mohamed Nour Eldin, l’egiziano di 30 anni reo confesso dell’omicidio della fidanzata Laila Mastari, marocchina di 24 anni, avvenuto a settembre a Torino.

L’aveva uccisa con 19 coltellate nel parcheggio del centro commerciale del Lingotto; poi era andato al lavoro, in una discoteca, per alcune ore e infine aveva trasportato il cadavere su un carrello per la spesa per due chilometri fino al fiume Po, dove lo aveva gettato. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -