Uccise la fidanzata, egiziano a giudizio immediato

06 NOV – Il pm Paolo Cappelli ha chiesto il giudizio immediato per Mohamed Nour Eldin, l’egiziano di 30 anni reo confesso dell’omicidio della fidanzata Laila Mastari, marocchina di 24 anni, avvenuto a settembre a Torino.

L’aveva uccisa con 19 coltellate nel parcheggio del centro commerciale del Lingotto; poi era andato al lavoro, in una discoteca, per alcune ore e infine aveva trasportato il cadavere su un carrello per la spesa per due chilometri fino al fiume Po, dove lo aveva gettato. ansa

Condividi

 

Secured By miniOrange