Caso Millis: pm ha agito per ragioni “oscure”, il CSM ha nulla da dire su motivazioni della sentenza?

Il pm di Milano Fabio De Pasquale

15 mag – “Le motivazioni della sentenza di prescrizione del presidente Silvio Berlusconi suonano come un netto giudizio di innocenza dell’ex premier e come un atto d’accusa contro il pm De Pasquale accusato di aver separato la posizione dell’avvocato Mills da quella del premier per ragioni “oscure”.

Proprio così è scritto in un atto giudiziario: un pm ha agito per ragioni “oscure” in un processo che coinvolgeva il presidente Silvio Berlusconi che sarebbe dovuto essere assolto se l’azione dei pm non avesse allungato il processo per mandarlo in prescrizione. Si può dire che la prescrizione è stata corretta oggi in un giudizio pieno di innocenza.

Rimane da chiedersi: il Csm ha nulla da dire su una sentenza che chiama sul banco degli imputati il pm De Pasquale?” E’ quanto si legge in una nota di Osvaldo Napoli, deputato del Pdl. agenparl



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -