UE: messa in mora per rifiuti Napoli. De Magistris pensa alle piste ciclabili

Condividi

 

La Commissione europea ha inviato all’Italia una lettera di messa in mora per la situazione dei rifiuti a Napoli. Il passo successivo, in caso di inadempienza, e’ il ricorso alla Corte di giustizia Ue insieme a sanzioni pecuniarie.

Con questo forte avvertimento la Commissione europea – si legge – ”preme sull’Italia affinché trovi soluzioni efficaci a breve e lungo termine per la gestione dei rifiuti in Campania, regione che su questo fronte è stata al centro di ripetute crisi che destano non poche preoccupazioni in quanto ormai da vari anni stanno mettendo in pericolo la salute umana e l’ambiente”.

Si ricorda poi all’Italia ”la necessità di conformarsi alla sentenza del 2010 della Corte Ue”. ”E’ passato troppo tempo dal nostro primo avvertimento all’Italia sulla questione rifiuti, nulla e’ stato fatto, e ora abbiamo bisogno di vedere risultati a breve termine”, ha motivato il portavoce del commissario Ue all’ambiente, Janez Potocnik.

Il sindaco di Napoli, l’ex magistrato Luigi De Magistris, in carica da 5 mesi, malgrado le 500 tonnellate di spazzatura a terra in città, dichiara le sue priorità: “Darò a Napoli la più grande pista ciclabile del Mezzogiorno”. In mezzo alla munnezza sì, ma piu’ biciclette per tutti!

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -