Roma, 20enne denuncia: ‘adescata e stuprata da due nordafricani’

stupro

Una ragazza di 20 anni ha denunciato di essere stata narcotizzata e stuprata da due persone a Roma

La violenza sessuale sarebbe avvenuta nel quartiere Casilino, in un appartamento. La vittima dice di essere stata portata in quella casa con l’inganno. Il fatto è accaduto il 17 aprile scorso ma è venuto alla luce il giorno dopo, quando il fidanzato della giovane, preoccupato del fatto che non rispondesse al telefono, l’ha localizzata con una app davanti ad un bar di via di Torrenova in zona Torre Angela al Casilino. Qui la 20enne ha raccontato quanto accaduto e i due si sono rivolti alle forze dell’ordine.

Portata in ospedale: prognosi di 40 giorni

Quando il fidanzato l’ha raggiunta nella posizione indicata dallo smartphone ha trovato la ragazza in una condizione di semi incoscienza. Lei gli ha raccontato di esser stata sequestrata e violentata da due cittadini nordafricani. Subito dopo è svenuta ed è rinvenuta solo qualche ora dopo al pronto soccorso del policlinico di Tor Vergata dove ha ricevuto una prognosi di 40 giorni.

I due aguzzini conosciuti su Instagram

La ragazza, prima di svenire ha raccontato al fidanzato di essere stata violentata da due persone che aveva conosciuto su Instagram il giorno prima e che l’avevano invitata a bere. Dopo la bevuta al bar, secondo il racconto della 20enne, i due le hanno offerto un passaggio alla fermata della metropolitana ma, con una scusa, l’avrebbero invece fatta salire nell’appartamento dove, in una stanza buia, l’avrebbero bloccato a turno ripetutamente violentata. Sono in corso le indagini della polizia, coordinate dal pool antiviolenza della procura di Roma.
www.tgcom24.mediaset.it

SOSTIENI IMOLAOGGI
il sito di informazione libera diretto da Armando Manocchia

IBAN: IT59R0538721000000003468037 BIC BPMOIT22XXX
Postepay 5333 1711 3273 2534
Codice Fiscale: MNCRND56A30F717K