A piazza San Pietro con tre coltelli: “ho combattuto in Ucraina”

A piazza San Pietro con tre coltelli

L’uomo, accusato anche di varie rapine, avrebbe deciso, in maniera autonoma, di andare a combattere al fianco dell’armata ucraina

È stato trovato armato di tre coltelli nei pressi di piazza San Pietro e poi è stato arrestato. È accaduto il 10 aprile scorso e la notizia, anticipata dal quotidiano La Repubblica, ha trovato conferma dalla Questura.

“Sono stato un combattente al fianco degli ucraini”, ha raccontato l’uomo bloccato dagli agenti dell’Ispettorato Vaticano. Si tratta di Moises Tejada, 54 anni, cittadino americano. L’uomo è già comparso davanti al gip per la convalida del provvedimento e potrebbe essere presto estradato come richiesto dalle autorità Usa.

Rapinatore seriale

Da quanto è emerso dalla Questura, il 54enne non era ricercato dalle autorità di New York, ma era una persona conosciuta in quanto accusata negli ultimi anni per aver commesso alcune rapine in abitazione. Tejada avrebbe deciso, in maniera autonoma, di andare in Ucraina per combattere al fianco dell’armata ucraina contro l’esercito russo.
www.romatoday.it

SOSTIENI IMOLAOGGI
il sito di informazione libera diretto da Armando Manocchia

IBAN: IT59R0538721000000003468037 BIC BPMOIT22XXX
Postepay 5333 1711 3273 2534
Codice Fiscale: MNCRND56A30F717K