Commissione UE: Bulgaria, Romania e Croazia pronte per Schengen

schengen

BRUXELLES – La Commissione invita il Consiglio ad adottare senza ulteriori indugi le decisioni necessarie per consentire a Bulgaria, Romania e Croazia di partecipare pienamente all’area Schengen. In una comunicazione adottata, l’esecutivo Ue fa il punto sui tre Stati nell’applicazione delle norme Schengen segnalando che hanno contribuito in modo significativo al buon funzionamento dello spazio Schengen, anche durante il periodo della pandemia e, più recentemente, di fronte alle conseguenze senza precedenti della guerra in Ucraina.

I tre Paesi sono già in parte vincolati dalle norme da Schengen, ma i controlli alle frontiere interne con questi Stati membri non sono stati revocati. Hanno i requisiti per entrarvi e dovrebbero, secondo la Commissione essere autorizzati a farlo, dice a comunicazione. Sotto la presidenza ceca l’8 dicembre il Consiglio Giustizia e affari interni voterà all’unanimità sulla partecipazione di Bulgaria, Romania e Croazia all’area Schengen senza controlli alle frontiere interne. Sono attualmente 22 i paesi Ue che fanno parte dell’area Schengen. A essi si aggiungono Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein. L’Irlanda ha esercitato l’opzione di non partecipazione (opt-out) sui controlli alle frontiere.  ANSA EUROPA

 

Articoli recenti