Prof. Sinagra: Macron dovrebbe solo tacere e nascondersi

macron brigatisti rossi

di Augusto Sinagra – POCHI MA BUONI
Tra i pochi, molto pochi, vi è il Generale di Corpo d’Armata (Riserva) Antonio Li Gobbi il quale ha restituito la Medaglia conferitagli dal governo francese per meriti acquisiti durante la missione militare in Bosnia Erzegovina.
Di ciò il Generale Antonio Li Gobbi ha dato notizia alla Direzione del Personale Militare del Ministero della Difesa italiano affinché tale decorazione venga espunta dal suo fascicolo personale.
Il Generale Antonio Li Gobbi ha dato prova di dignità; dignità che altri non hanno, reagendo alle offese e agli insulti del banchiere Emmanuel Macron oggi Presidente della Repubblica francese.
Perdere la guerra non significa perdere la dignità e questo è il messaggio che il Soldato Antonio Li Gobbi ha voluto esprimere.

Nel silenzio vile e opportunistico di chi in Italia tace pur dovendo parlare, va ricordato che non solo l’Italia ma anche la Francia ha perso la seconda guerra mondiale con la vergogna aggiuntiva del governo di Vichy, presieduto dal Gen. Philip Petain; governo veramente fantoccio nelle mani dei tedeschi che di sé ha lasciato solo un ricordo di vergogna per la ferocia dei rastrellamenti di cittadini e stranieri di religione ebraica poi consegnati ai tedeschi.

L’Italia che porta la vergogna di una resa incondizionata al nemico, non porta la vergogna di quel che fecero i francesi nei confronti degli Ebrei tra i quali quelli residenti in Francia che si rifugiavano in Italia al seguito delle Forze Armate italiane. E questo è riconosciuto dagli stessi storici israeliani e tale pubblico riconoscimento fu espresso dal Procuratore Generale in Israele nel corso della sua requisitoria nel processo a carico di Adolf Eichmann.

E non è tutto: del governo di Vichy faceva parte anche quel tale Francois Mitterand che divenne poi Presidente della Repubblica.
Il Signor Emmanuel Macron dovrebbe fare solo una cosa: tacere, nascondersi e farsi dimenticare.

AUGUSTO SINAGRAProfessore ordinario di diritto delle Comunità europee presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Avvocato patrocinante davanti alle Magistrature Superiori, in ITALIA ed alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, a STRASBURGO

 

Articoli recenti