Migranti, marittimista Bulgherini: “Italia rivendichi osservanza articolo 80 TfUe”

migranti Ong

Il trattato di Dublino, che impone l’identificazione e l’accoglienza del migrante al paese di primo approdo “ci ha penalizzati fortemente. L’Italia è sola ad affrontare questo fenomeno dal momento che l’Europa non garantisce l’equa distribuzione dei migranti disattendendo l’art. 80 del TfUe “Trattato di funzionamento dell’Ue”, che sancisce il principio di solidarietà ed equa distribuzione fra gli stati membri. Guardi cosa sta affermando la Francia per aver accolto una sola imbarcazione Ong, minaccia di chiudere le frontiere con l’Italia!”.

Ad intervenire con l’Adnkronos sul comportamento della Francia sul caso migranti è Elda Turco Bulgherini già ordinario di diritto della navigazione all’università di Roma Tor Vergata e presidente dell’Associazione Italiana di Diritto Marittimo (Comitato Romano) che aggiunge:

Questo Governo mi sembra intenda assumere un atteggiamento più rigoroso nella applicazione delle norme. Il così detto Pos, Place of safety, che significa Luogo di Sicurezza e non Porto di Sicurezza può, infatti, anche essere la nave che presta soccorso al naufrago; nel momento in cui si conclude il salvataggio, cessa lo stato di pericolo e l’obbligo del soccorso. In acque internazionali l’unica legge vigente è quella della bandiera che sottopone le persone a bordo alla giurisdizione del paese di bandiera, come sancito dalla Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare del 1982”.

 

Articoli recenti