Descalzi: ‘gas sufficiente, salvo incidenti o freddo anomalo’

ENI De Scalzi

(ANSA) – ROMA, 06 OTT – “Il gas russo è stato sostanzialmente sostituito, abbiamo gli stoccaggi pieni. Il gas russo che arriva ancora, 10-15 milioni di metri cubi al giorno, è costante. Queste condizioni possono darci tranquillità per l’inverno. Però il sistema è tirato, perché manca il gas russo a dare stabilità.
Potrebbero esserci problemi tecnici dai paesi fornitori o un freddo maggiore di quello che statisticamente c’è stato negli ultimi 4 anni. In queste periodo è aumentata l’efficienza, i consumi di gas sono stati ridotti del 10-15%. Non dobbiamo essere pessimisti, ma realisti”. Lo ha detto l’ad di Eni Claudio Descalzi a un webinar del Messaggero. (ANSA).

Il contrario di quanto afferrma Barnabè

Gas, Bernabè: “A gennaio saremo in difficoltà. Interveniamo subito” – La crisi energetica rischia di mettere in ginocchio l’Italia. Le previsioni del ministro della transizione ecologica Cingolani su un inverno tranquillo con il 90% degli stoccaggi di metano accumulati, si scontrano con quelle pessimistiche del presidente di Acciaierie d’Italia Franco Bernabè. “I problemi – spiega alla Stampa l’ex ad di Eni e Telecom – stanno diventando sempre più seri, ma capiremo quanto soltanto tra gennaio e febbraio, il momento in cui il fabbisogno di metano è massimo. Gli stoccaggi che abbiamo correttamente riempito non basteranno e ci vorrà un flusso continuo dall’estero: però il gas russo non ci sarà”.

 

 

Articoli recenti