Milano, ragazzine violentate sul tram: fermati due “minori non accompagnati”

carabinieri tram

Milano – Due ragazzini di 14 e 15 anni sono stati arrestati con l’accusa di violenza sessuale di gruppo nella mattinata di venerdì 30 settembre. I due – secondo quanto ricostruito dai carabinieri – avrebbero violentato due studentesse di 15 anni a bordo del tram 24 (che corre tra Piazza Duomo e Vigentino) nel primo pomeriggio di martedì 29 marzo quando, insieme ad altri due indagati e un altro giovane – che per il momento non è ancora stato identificato – si sono avvicinati alle studentesse importunandole, chiedendo di fare una foto insieme e palpeggiandole. Una volta scese al capolinea le avrebbero accerchiate “col chiaro scopo di intimorirle e impedirne la fuga”, hanno precisato i militari, baciandone una sulle labbra contro la sua volontà. Non solo, avrebbero continuato a palpeggiarle nelle parti intime mentre stavano aspettando il pullman che le avrebbe riportate a casa.

LEGGI ANCHE
► Migranti, lettera della Ong a Lamorgese: “Nei centri di accoglienza troppi falsi minori criminali”

Una volta rincasate le giovani hanno raccontato tutto ai genitori ed è scattata la denuncia. I carabinieri della stazione di Vigentino sono arrivati ai presunti responsabili attraverso l’audizione protetta delle vittime, ma anche grazie ai testimoni che hanno assistito alla scena, dichiarazioni poi suffragate da attività di analisi dei filmati estrapolati dagli impianti di videosorveglianza e del successivo riconoscimento fotografico da parte delle vittime.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip del tribunale dei minorenni di Milano, il 14enne e il 15enne sono stati accompagnati in una comunità, gli altri due indagati sono attualmente a piede libero. Sono tuttora in corso attività per identificare il terzo responsabile delle violenze. Da via della Moscova hanno precisato che tutti gli indagati sono minori non accompagnati già ospiti in comunità; tre sono egiziani e uno è albanese.

“L’attività dei carabinieri – hanno sottolienato dal comando provinciale – si inserisce nell’ambito dei servizi e dei controlli per la campagna di sicurezza sui mezzi pubblici, che vede l’Arma e Atm impegnati in prima linea”.   www.milanotoday.it

 

Articoli recenti