Berlusconi: “Io e la Merkel potremmo tentare di convincere Putin”

Berlusconi e Merkel

“Penso che Angela Merkel al mio posto o con me” potrebbe tentare una mediazione con Putin, “con lei mi sentirei in grado di tentare un convincimento”. Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi a “Porta a porta”. “Io nel governo con Forza Italia – ha aggiunto – sarò la garanzia per un atteggiamento di vicinanza a Ue, Usa e Occidente. Questo è venuto a chiederci il presidente del Ppe alcuni giorni fa”.

La situazione internazionale è uno dei temi caldi e Berlusconi è con un po’ di rammarico che parla della delusione nei confronti del presidente russo: “Io personalmente non posso scostarmi da quella che è la posizione del governo italiano, dell’Europa e di tutto l’Occidente ma sono dispiaciuto e deluso”, dice rispondendo ad una domanda sulle sanzioni europee alla Russia. “Deluso dal fatto che la Russia invece di fare quello che ho sempre sognato, cioè entrare nell’Ue, a quel punto abbia scelto di rafforzare il suo rapporto con la Cina”. Da qui il “dispiacere” nel vedere Putin “buttato nelle braccia della Cina”.

Berlusconi si è anche detto convinto che le sanzioni non danneggino Putin che “è assolutamente in grado di resistere” visto che – aggiunge – “si sono sviluppate richieste da parte di Cina e India e non vedo nessuna perdita per lui”.

Centrodestra, “con gli altri leader si troverà accordo su flat tax e governo” – Berlusconi ha poi parlato dei rapporti tra i leader del centrodestra: “Ho un rapporto con loro come con i figli perché ho competenza e cultura non paragonabili con nessuno degli altri” per cui “ho l’assoluta certezza” che si troverà un accordo sulla flat tax e nel futuro governo. “I ministeri ce li spartiremo in maniera tranquilla in base non al numero per ogni partito ma alla qualità dei ministri”.  tgcom24.mediaset.it

Condividi

 

Articoli recenti