Incendio Nitrolchimica San Giuliano Milanese: bruciati migliaia di litri di solvente

Un grosso incendio, con fiamme alte decine di metri, è divampato nella fabbrica Nitrolchimica, che si occupa del recupero di solventi e dello smaltimento di rifiuti pericolosi, a San Giuliano Milanese. Sei dipendenti sono rimasti feriti, uno dei quali in modo grave. Prima del rogo c’è stata un’esplosione, per cause ancora da accertare, seguita da un vuoto d’aria e dalle fiamme, che hanno sprigionato un’enorme colonna di fumo, visibile a chilometri di distanza. Il Comune ha chiesto ai cittadini di chiudere le finestre. A prendere fuoco migliaia di litri di solvente: sul posto oltre un centinaio di vigili del fuoco.

Arpa: “Nessuna criticità ambientale” – Prosegue l’intervento della squadra di emergenza Arpa sul luogo dell’incendio sviluppatosi nell’azienda Nitrolchimica a San Giuliano Milanese. I tecnici – informa la stessa Arpa – stanno effettuando misurazioni speditive dell’aria con strumentazione da campo “senza rilevare al momento criticità significative sotto l’aspetto ambientale”. I

l gruppo specialistico dell’Arpa ha anche installato un campionatore ad alto volume, per il monitoraggio in continuo dei microinquinanti, nell’area in cui è attesa la maggiore ricaduta delle emissioni in relazione alle previsioni meteo. I droni dei vigili del fuoco assieme ad un elicottero stanno definendo l’area di impatto dell’incidente. Il coordinamento dell’intervento è in capo alla Prefettura di Milano che ha convocato anche Arpa, assieme alle Forze dell’Ordine e agli altri enti coinvolti.  tgcom24.mediaset.it

Condividi

 

Articoli recenti