Letta: all’estero temono la destra al governo

Letta Erasmus scuola

“Draghi è stato giustamente molto istituzionale parlando di ‘qualunque governo’. La verità è che all’estero oggi aleggia un incubo. Tutti ricordano il baratro del 2011, con il governo Berlusconi – e Tremonti e Meloni ne erano ministri – costretto a dimettersi perché il Paese era sull’orlo della bancarotta. Dieci anni dopo l’Italia si è rialzata ed è risanata. Ma ecco che loro si ripresentano nella stessa formazione pronti per una nuova bancarotta. La preoccupazione evidentemente c’è tutta ed è legittima. I protagonisti sono gli stessi tre di allora, con dieci anni di più e nessuna lezione imparata dagli errori fatti”. Lo afferma il segretario del Pd, Enrico Letta, in una intervista ad Avvenire.  tgcom24.mediaset.it

QUELLO CHE ACCADDE DAVVERO NEL 2011
5 agosto 2011, la BCE scrive le riforme italiane: la lettera “segreta” (ricattatoria)
Storia di un colpo di Stato: da Monti a Renzi, l’Italia schiava della tirannia UE

 

Condividi

 

Articoli recenti